Blog: http://penelope1951.ilcannocchiale.it

Notte della cultura

Complice una splendida serata oggi ho partecipato alla "notte della cultura", evento celebrato per la terza volta a Messina. Aperti, alcuni fino all'una e altri fino alle 4 del mattino, il Museo, librerie, il Municipio, Gallerie d'arte, Teatro, la Fiera con mostre di lavori artigianali, fanfare e tanti altri che hanno incuriosito, assecondato e allietato la voglia e il piacere di passeggiare divertendosi e ... "acculturandosi". Personalmente ho visitato una Chiesa del 600 che sconoscevo, ho fatto una puntatina in due librerie e al Municipio dove c'erano in mostra armi, armature antiche, quadri. A due passi da lì, nella Galleria Vittorio Emanuele, c'erano invece complessi musicali e balli di tango, mi sono divertita a guardare chi si cimentava con molta bravura; subito dopo sono andata al Duomo perchè il programma prevedeva cori e soprattutto musica per organo, il nostro è il secondo più grande d'Italia, (il primo è quello del Duomo di Milano) e terzo in Europa. Nella piazza c'era la cosiddetta "infiorata" che non avevo mai visto, bellissima, legata alla mostra del Caravaggio.  Per completare volevo ammirare i quadri del Caravaggio esposti nel palazzo della cultura ma la fila era troppo lunga sebbene fossero già le 2!!! e ho dovuto desistere. Pazienza! in cambio ho aggiunto qualcosa in più al mio sapere, infatti, visto che pur conoscendo il Caravaggio quale grande pittore non sapevo però nulla dell sua vita,  ho cercato in internet meravigliandomi di scoprire un individuo litigioso e dal carattere difficile, ricercato per omicidio e condannato per questo all'impiccagione alla quale riesce a sfuggire, ma per morire qualche anno dopo di morte violenta.

Messina era tutta per strada e penso che dovrebbero organizzare almeno due volte l'anno questa manifestazione, si  incoraggerebbe l'approfondimento della cultura, l'entusiasmo sarebbe uguale ma... forse le file si ridurrebbero!   

Pubblicato il 13/2/2011 alle 2.34 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web